Quali performances richiedere ad un vetro?

Lo spettro solare è composto da tre differenti tipi di radiazione:

  • la parte "visibile" (circa la metà dell'irraggiamento totale)
  • gli ultravioletti (si stima un 5% dell'irraggiamento totale)
  • ed i raggi infrarossi (45% dell'irraggiamento totale)

I raggi ultravioletti ed infrarossi non sono visibili all'occhio umano.
I tre tipi di radiazione sprigionano energia e sono pertanto fonte di calore.

Per quanto detto, oltre a soddisfare richieste di tipo estetico-architettonico quali (Fig.1):

  1. extrachiaro o float?;
  2. colorazione;
  3. trattamenti di opacizzazione e/o serigrafia;
  4. trattamento antisdrucciolo;

è necessario definire, già in fase progettuale, i seguenti parametri (Fig.2):

  1. fattore solare (FS);
    Il fattore solare di un vetro esprime la quantità totale di energia (quindi di calore) che attraversa il vetro. Un vetro con FS = 42 lascia passare solo il 42% del calore proveniente dai raggi solari. Il restante 58% dell'irraggiamento solare viene respinto verso l'esterno.
  2. Trasmissione luminosa (TL);
    La trasmissione luminosa esprime la quantità di luce visibile trasmessa attraverso il vetro (che lo attraversa). Un vetro con TL = 70 lascia pertanto passare il 70% di luce, mentre la parte restante viene riflessa ed assorbita dal vetro stesso.
  3. Trasmittanza (Ug);
    È la potenza che attraversa un metro quadro di una superficie vetrata per ogni grado centigrado di differenza tra la superficie interna e la superficie esterna.

NOTA: si definisce Selettività di un vetro il rapporto tra la sua trasmissione luminosa e il suo fattore solare. Più il rapporto tende a 2, più il vetro è selettivo e migliore è la sua performance giacchè, pur lasciando passare una grande quantità di luce naturale (raggi "visibili"), esercitano un'azione di "schermo" dei raggi non visibili (UV e IR).

In fase di progettazione non dovrebbe essere trascurato nemmeno il valore di isolamento acustico (Fig.3):

  1. isolamento acustico (Rw).
    L'isolamento acustico ottenuto grazie alla costruzione è definito da un indice (Rw), espresso in dB, e rappresenta la differenza tra il rumore interno e quello esterno.

Vai alla FAQ 2
Vai alla FAQ 4



HOME